Seleziona una pagina

A cura di Anna Paini, Massimo Salvetti, Università di Brescia & 2a Medicina ASST Spedali Civili di Brescia

Alcune società scientifiche propongono l’approccio “unattended” quale metodica di riferimento per la misurazione della pressione arteriosa (PA). La procedura di misurazione unattended prevede che il paziente resti da solo nell’ambulatorio durante l’effettuazione delle misurazioni, in modo da ridurre l’effetto interferente legato alla presenza di personale sanitario e favorire la standardizzazione della misurazione.

A causa della introduzione relativamente recente di tale modalità di misurazione, disponiamo di pochi dati riguardo la relazione fra valori registrati con approccio unattended e quelli rilevati in maniera tradizionale, con le caratteristiche dei pazienti e con il rischio futuro con gli eventi cardiovascolari. È altresì opportuno sottolineare che i valori registrati con le due metodiche non sono sovrapponibili, essendo più elevati i valori rilevati in presenza di personale sanitario. I meccanismi alla base di tale differenza ad oggi sono stati poco studiati.

Assai recentemente Grassi e coll. hanno analizzato la relazione esistente fra la PA attended, PA unattended ed alcuni indici di attività nervosa simpatica in un gruppo di 18 pazienti ipertesi senza complicanze e non trattati. Il protocollo sperimentale prevedeva sia la misurazione della pressione attended che di quella unattended con lo stesso apparecchio: Omron HEM-9210T (Omron Healthcare, Co, Ltd, Kyoto, Japan) programmato per effettuare automaticamente tre misurazioni ad intervalli di un minuto e, contemporaneamente, anche con Finapres 2300 (Engle-wood, CO), in grado di misurare la pressione arteriosa “beat to beat”. Gli sperimentatori hanno anche valutato il traffico nervoso simpatico cutaneo e muscolare mediante microneurografia.

Durante la misurazione attended è stato osservato un aumento significativo dei valori di PA (PAS +5.3%, PAD+8.4%) e della frequenza cardiaca (FC) (+9.4%). è stato riscontrato anche un significativo aumento del traffico nervoso simpatico cutaneo (+30.9%) ed una riduzione di quello muscolare (−15.2%) (p<0.05). Al contrario, durante la misurazione unattended i valori di PA, frequenza cardiaca ed il traffico nervoso simpatico cutaneo tendevano a ridursi, seppur di poco, ed il traffico nervoso a livello muscolare rimaneva sostanzialmente invariato. La riduzione pressoria osservata durante la misurazione unattended era correlata significativamente alla riduzione del traffico simpatico cutaneo e della frequenza cardiaca.

Pertanto lo studio dimostra che le modificazioni dei parametri cardiovascolari e neuroadrenergici indotte dalla reazione d’allarme evocata dalla misurazione della pressione risultano del tutto assenti quando la misurazione venga effettuata in assenza di personale sanitario, e, anzi, durante la misurazione unattended lo studio ha evidenziato una debole risposta simpato-inibitoria. Nella discussione gli autori sottolineano che, in base a quanto osservato, la misurazione della pressione effettuata in presenza del medico evoca una risposta assimilabile alla “fight or flight reaction”, un tipo di risposta del tutto assente in caso di misurazione unattended.

I risultati di questo studio, oltre a confermare dati di studi precedenti che indicano che la misurazione con approccio unattended fornisce valori sensibilmente più bassi rispetto alla misurazione convenzionale, favoriscono la comprensione di alcuni dei meccanismi alla base di tale discrepanza. È anche opportuno osservare che lo studio sopra descritto è stato effettuato in pazienti ipertesi non trattati, ma il riscontro di un ruolo significativo dell’ attività del sistema nervoso simpatico nel determinare le differenze fra i due approcci per la misurazione della PA suggerisce anche che la terapia farmacologica con alcune classi di farmaci ad azione sul sistema nervoso simpatico potrebbe influenzare in modo significativo la relazione fra i valori ottenuti con le due differenti metodiche ed avere pertanto rilevanza clinica nei pazienti in trattamento antiipertensivo.

Bibliografia

Grassi G, Quarti-Trevano F, Seravalle G, Dell’Oro R, Vanoli J, Perseghin G, Mancia G. Sympathetic neural mechanisms underlying attended and unattended blood pressure measurement. Hypertension. 2021;78:00–00. DOI: 10.1161/HYPERTENSIONAHA.121.17657.