La pressione domiciliare e delle 24 ore nella pratica clinica

“La sola misurazione della pressione nello studio medico spesso non permette un’accurata definizione del carico pressorio”, spiega il professor Gianfranco Parati, dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

Questo per via delle note limitazioni di questa tecnica, che fornisce soltanto un campione microscopico dei valori pressori ed è fortemente influenzata dalla reazione d’allarme (da camice bianco). La misurazione fuori dallo studio medico permette una stima più precisa della pressione e identifica l’ipertensione da camice bianco o mascherata. Inoltre, la misurazione domiciliare favorisce l’aderenza alla terapia, mentre il monitoraggio della pressione nelle 24 ore identifica l’ipertensione notturna e permette di studiare l’effetto dei farmaci nel corso della giornata.