Diagnosi ecografica nel paziente iperteso | Lorenzo Ghiadoni

Al professor Lorenzo Ghiadoni, dell’Università di Pisa, il compito di illustrare i fondamenti della diagnosi ecografica nel paziente iperteso, con un focus sull’ecografia addominale e carotidea.

Al centro di questo intervento è posta la diagnosi ecografica nel paziente iperteso e l’importanza di corsi rivolti al medico di medicina generale volti ad approfondire le conoscenze di questa metodica dal punto di vista teorico, ma anche pratico ovvero delle problematiche che il medico incontra nell’applicare queste metodologie.  

In particolare, come ricorda il professor Lorenzo Ghiadoni, dell’Università di Pisa, si è parlato di diagnosi ecografica nel paziente iperteso, con un focus sull’ecografia addominale e carotidea. Nel caso dell’ecografia addominale si è parlato di diagnostica di primo livello alla ricerca di forme secondarie di ipertensione, quali ipertensione renovascolare o ipertensione da patologia surrenalica, o di ricerca del danno d’organo a livello dell’aorta addominale. Di contro per il danno a livello carotideo è stata discussa l’importanza della misura dello spessore medio intimale e delle placche. Infine, un cenno meno rivolto alla clinica e più alla ricerca ha mostrato le metodiche ecografiche per la funzione endoteliale.