VI Giornata Mondiale contro l’Ipertensione Arteriosa “Obiettivo di quest’anno la lotta all’obesità”

Il 17 maggio 2010 si svolgerà la VI Giornata Mondiale contro l’Ipertensione Arteriosa, promossa in tutto il mondo dalla World Hypertension League. Il tema centrale di quest’anno è la lotta all’obesità, che all’ipertensione (I.A.) è strettamente legata e che riguarda strati di popolazione molto ampi, tra i quali sempre di più  i bambini.

Locandina GMIA 2010 [PDF: 1,7 Mb]

Le postazioni SIIA per il monitoraggio della Pressione arteriosa [PDF: 43Kb]

La Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa (SIIA), il cui Presidente è il Prof. Alberto Morganti, aderisce come ogni anno all’importante evento, promuovendo sul territorio nazionale iniziative di informazione e sensibilizzazione dei cittadini sul tema dell’ipertensione arteriosa e delle malattie ad essa correlate. E’, infatti, sorprendente come la percezione della pericolosità dell’I.A., sia, per la scarsità di sintomi premonitori, del tutto insufficiente: un iperteso su quattro infatti non sa di esserlo, di quelli che ne sono a conoscenza solo la metà si cura e di questi solo la metà lo fa in maniera efficace. Nel complesso, solo un iperteso su cinque è efficacemente protetto e gli altri rischiano quindi di incorrere in gravi malattie cardiovascolari (ictus cerebrale, infarto miocardico) e renali (insufficienza renale con necessità di ricorso alla dialisi).

E’ per questo motivo che iniziative come quella del 17 maggio 2010 sono importanti occasioni per divulgare quanto più possibile i principi basilari della sana ed equilibrata alimentazione che possono aiutare a prevenire l’ipertensione arteriosa fin dalla più giovane età. Una maggiore consapevolezza del funzionamento del proprio corpo e l’adozione di un corretto stile di vita possono aiutare tutti a vivere in salute e consentire inoltre un notevole risparmio delle spese sanitarie. A livello planetario si calcola che ne siano portatori un miliardo e mezzo di individui e che l’I.A. sia responsabile del 47% di tutte le forme di cardiopatia ischemica e del 54% degli ictus cerebrali con 7 milioni e mezzo di morti premature (circa il 13% del totale globale) e di 92 milioni di anni di vita attiva perduti (circa il 6% del totale globale).

Anche i costi economici dell’insufficiente controllo della I.A. sono impressionanti, per un controvalore a livello mondiale di 370 miliardi di dollari all’anno pari al 10% della spesa globale per la salute, mentre i costi indiretti sono stati valutati in 3.600 miliardi di dollari all’anno. In Italia gli ipertesi sono almeno 15 milioni con una ricaduta in termini di mortalità di circa 240.000 decessi pari al 40% di tutte le cause di morte.

La VI Giornata Mondiale contro l’Ipertensione Arteriosa si svolgerà sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e con il Patrocinio della Presidenza del  Consiglio dei Ministri e del Ministero della Salute.

In 150 piazze e già a partire dal 15 maggio, con il supporto della Croce Rossa Italiana, verranno allestite delle postazioni per offrire alla popolazione  l’opportunità di un controllo gratuito della  pressione arteriosa; in quelle sedi sarà anche possibile ritirare il materiale informativo che la SIIA ha realizzato con indicazioni su quale stile di vita adottare per prevenire e curare l’ipertensione arteriosa e le patologie ad essa correlate.

La stessa opportunità verrà offerta all’interno di numerosi Centri Ospedalieri per l’Ipertensione Arteriosa, aperti per l’occasione senza necessità di prenotazione,  e nelle migliaia di Farmacie che hanno deciso di aderire all’iniziativa, grazie al supporto della FOFI (Federazione Ordini Farmacisti Italiani) e di Federfarma (Federazione Nazionale Titolari Farmacia Italiani).

Marilena D’Asdia
Ufficio stampa SIIA
06 853 763 30
380 50 43 857 –  380 50 43 857