AmicoMed: necessario monitoraggio costante della pressione arteriosa

In vista della X Giornata Mondiale dell’Ipertensione Arteriosa, il Professor Borghi insiste sulla necessità di creare un dibattito e fornire un’informazione corretta e completa ai cittadini sull’importanza del controllo costante dei valori pressori.

«Il servizio di telemedicina offerto da AmicoMed rivoluzionerà la vita dei pazienti affetti da ipertensione», lo dichiara il Professor Claudio Borghi, Presidente SIIA e Direttore dell’Unità Operativa di Medicina Interna dell’Ospedale S. Orsola di Bologna. Cuore del sistema è l’algoritmo Pascal, che ha ricevuto il supporto della SIIA: un paradigma del tutto Made in Italy per confrontare i dati pressori nel tempo e fornire diagnosi personalizzate ai clienti.

In vista della X Giornata Mondiale dell’Ipertensione Arteriosa, in programma il prossimo 17 maggio, il Professor Borghi insiste sulla necessità di creare un dibattito e fornire un’informazione corretta e completa ai cittadini sul problema: «L’ipertensione, da sola, è responsabile di circa il 14% della mortalità mondiale, una cifra mostruosa. Si fa fatica a comprendere come mai in certe situazioni il problema possa essere ancora vissuto con indifferenza».

Un controllo costante dei valori pressori è indispensabile per intervenire tempestivamente ed efficacemente sul problema: «La patologia – spiega Borghi – è difficile da individuare se non con i controlli, perché nella quasi totalità dei casi è asintomatica, o comunque con sintomi generici e aspecifici. L’unico modo corretto per effettuare una diagnosi è quello di misurare periodicamente la pressione».

 Ufficio Stampa Agnes Comunicazione